Uno dei progetti per incentivare la donazione degli organi è il coinvolgimento degli enti locali nel sensibilizzare  e raccogliere le manifestazioni di volontà della popolazione residente. L'associazione, si è impegnata negli anni per far si che i Sindaci dei comuni della regione Lazio dichiarassero pubblicamente la loro volontà alla donazione degli organi e per far dedicare degli spazi ai "Donatori di organi". Un programma di lungo respiro che lascia sul territorio degli atti concreti che possono far riflettere. Il progetto, nel 2009 è stato condiviso ed approvato dal Tavolo regionale delle Associazioni, istituito presso il Centro Regionale Trapianti Lazio.

Altre iniziative sono state portate avanti negli anni, dalle associazioni, e dalle istituzioni.

Altre iniziative sono in corso e si spera presto portino dei risultati che vadano oltre gli atti di intenti.

In questa pagina abbiamo raccolto tutto ciò che sappiamo, ed è una pagina aperta a quanti sono a conoscenza di altre iniziative realizzate nei comuni della Regione Lazio.

(i comuni sono riportati in ordine alfabetico

 

"Una scelta in Comune"

la dichiarazione di volontà con la Carta di identità, l'elenco con tutte le delibere dei comuni della Regione Lazio che hanno aderito al progetto e hanno attivato il servizio all'anagrafe

 

2011 Acquapendente (VT) viene dedicata una via ai donatori di organi e tessuti

 

foto dall'ufficio stampa comune di Acquapendente

la delibera

 

 

2001 Aprilia (LT) il sindaco Gianni Cosmi, nel corso di una manifestazione per la sensibilizzazione alla donazione sottoscrive la tessera di donatore.

 

foto Gianfranco Compagno

 

2013 Artena (RM) viene dedicato il piazzale ai "Donatori di organi e Tessuti" L’8 giugno Il Sindaco di Artena Mario Petrichella scopre la targa del piazzale Donatori di Organi e Tessuti. Presente alla cerimonia la Dottoressa Uliana Bianchi Coordinatore Locale dei Trapianti della ASL Roma G, Roberto Costanzi Segretario dell’Associazione Malati di reni, Franco Palone delegato dell’Associazione e promotore dell’iniziativa. La targa è stata benedetta dal parroco, a significare dell’importanza della donazione per la Chiesa.

 

 

la delibera

 

2020 Artena (RM) Con delibera di Giunta Comunale il Sindaco Felicetto Angelini, il nome del piazzale viene modificato in "Piazza donatori" con la motivazione "PRESO ATTO della comunicazione dei cittadini residenti nella piazza denominata “Piazza donatori organi e tessuti”, inviata al Comune di Artena in data 28 ottobre 2019 con n. prot. 23547, nella quale gli stessi , che si riconoscono per firma, hanno chiesto di modificare la denominazione attuale della piazza con una denominazione più “ armoniosa e veloce dal punto di vista pratico”. !!!!!!!!!!!!!

 

la delibera

 

 

2011 Capodimonte (VT) viene dedicata la via Donatori di Organi

Successivamente in una nuova toponomastica viene rinominata via del Pratino

 

 

 

1995 Cassino (FR) viene dedicato un piazzale e la scuola adiacente a Nicholas Green

 

foto Giovanni Farina, foto dal sito www.panoramio.com

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

2014 Cassino (FR) per i 20 anni dalla morte nel piazzale già dedicato viene eratta una stele a Nicholas Green alla presenza del papa' Reginald

 

foto Romina D'Aniello

 

2010 Castiglione in Teverina (VT) il Sindaco Mirco Luzi, nel corso di una manifestazione per la sensibilizzazione alla donazione sottoscrive la tessera di donatore.

 

 

2002 Cisterna di Latina (LT) viene intitolata via Donatori D'Organi nel nuovo quartiere di S. Valentino

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

2011 Cisterna di Latina (LT) Attivato lo sportello per informare e diffondere la cultura della donazione di organi e tessuti, presso dell’ex sede municipale, in Corso della Repubblica 186, all’interno del Segretariato sociale primo piano, aperto il giovedì mattina dalle ore 10.00 alle 12.00. Il nuovo servizio è frutto della convenzione sottoscritta tra il Comune di Cisterna di Latina e l’associazione AIDO gruppo comunale Mirella Ciuffa.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

2013 Cisterna di Latina (LT) intitolazione di 4 strade ad altrettanti donatori di organi della cittadina. Il Sindaco Antonello Merolla in Aula consiliare durante la cerimonia di intitolazione delle strade a 4 donatori di organi di Cisterna di Latina: Mirella Ciuffa, Federica Ciannavei, Stefano Giordani, Luca Cicchitti

 

 

foto dal sito comune di Cisterna di Latina

 

2009 Colleferro (RM) viene dedicato un parco "ai donatori di organi" 10 maggio inaugurazione del parco di via Giotto ai donatori di organi. Hanno partecipato all’inaugurazione il Sindaco di Colleferro Mario Cacciotti, la coordinatrice locale dei trapianti dottoressa Uliana Bianchi, il coordinatore regionale dei trapianti dottor Maurizio Valeri. Il segretario dell’Associazione Malati di Reni Roberto Costanzi.

 

 

la delibera

 

2010 Colonna (RM) 1 maggio Un gesto che diviene sempre più spontaneo, ma con un potenziale tutto da migliorare” spiega Roberto Costanzi trapiantato da 17 anni e segretario della Onlus “Malati di Reni”.

Il Comune di Colonna, in piazzale Primo Maggio, primo ad aver aderito nella RM H a “Un donatore moltiplica la vita”, inaugurerà il parco ai Donatori di Organi, appena ristrutturato.

La cerimonia, nella cornice della "XX Festa della Primavera Azalee in centro" sarà presieduta dal sindaco Augusto Cappellini con gli interventi del Prof. Domenico Adorno, coordinatore Regionale Trapianti, il Dott. Fabio Ambrosini responsabile per le donazioni Asl Roma H, e Roberto Costanzi.

 Durante l’inaugurazione il Sindaco ha firmato la tessera del donatore esprimendo la volontà alla donazione degli organi.

 

 

la delibera

 

2015 Fondi (LT) Semplice, ma ricca di significato, la cerimonia di intitolazione a Fondi del parco a Nicholas Green alla quale abbiamo partecipato. Una iniziativa promossa da l'ANTR di Latina e condivisa dal sindaco di Fondi che già nei mesi scorsi ha aderito al progetto "Una scelta in comune".

 

 

2009 Montalto di Castro (VT) viene dedicato un parco "ai donatori di organi" 19 luglio è stato il sindaco di Montalto di Castro Salvatore Carai a tagliare il nastro per inaugurare il nuovo parco a Pescia Romana. Con il primo cittadino c’erano Il presidente dell’Anci Francesco Chiucchiurlotto, il presidente della commissione lavori pubblici in regione Giovanni Carapella, i dirigenti provinciali dell’Aido, gli assessori comunali Brizi, Petronio, Renzi e Quintiliani e le numerose associazioni del paese maremmano.

Montalto di Castro aderisce all’iniziativa di titolare un parco ai donatori di organi. “La scelta di titolare questo nuovo parco ai donatori di organi dice Carai- è avvenuta da una sollecitazione dell’Anci Lazio che abbiamo subito fatto nostra, di solito su questi temi c’è sempre un gran parlare e di fatti se ne fanno pochi, solo chi viene toccato dal problema del trapianto e chi gli sta intorno, si rende conto della drammaticità, con questo noi vogliamo sensibilizzare i nostri concittadini anche attraverso queste iniziative”.

 

 

 

la delibera

foto dal sito www.maremmaoggi.it

 

2010 Ronciglione (VT) intitolazione di Largo Don Carlo Gnocchi "I donatore di organi" 1902 1956

(Leggi la storia della donazione di Don Carlo Gnocchi)

 

 

1994 - 1996 Roma a Nicholas Green per un breve periodo è stato dedicata l'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini

 

OSPEDALI: REGIONE LAZIO- MAI AUTORIZZATO NOME NICHOLAS GREEN

 

Roma, 11 aprile 1996 (Adnkronos Salute) - La denominazione ''Nicholas Green'', data all'Azienda ospedaliera S.Camillo, Forlanini, non e' mai stata approvata con delibera della Giunta regionale del Lazio, ma decisa autonomamente dal direttore generale nel 1994. Cosi' funzionari della regione motivano all'Adnkronos Salute l'invito a ripristinare la vecchia denominazione degli ospedali, rivolto dall'assessore alla Sanita' Cosentino alla direzione dell'Azienda romana (vedi Adnkronos Salute n. 20).

''Dagli atti ufficiali della costituzione dell'azienda ospedaliera la sua denominazione - aggiungono alla Regione - risulta come S. Camillo-Forlanini. Lo stesso Dpcm prevede un preciso procedimento sia per conferire che per cambiare la denominazione di una azienda. Quando il nome 'Nicholas Green' ha cominciato ad apparire sui giornali, in tv o anche solo sulla carta intestata dell'azienda - raccontano - ci sono giunte le prime sollecitazioni, per esempio dalla Corte dei Conti che ha chiesto chiarimenti, dalla stessa tesoreria del S. Camillo che non ha mai potuto accettare il nuovo nome, e non ultimo dall'ordine dei Camilliani, geloso della tradizione del loro fondatore S. Camillo De Lellis. Il parere espresso dalla Soprintendenza per i Beni ambientali e Architettonici - concludono - e' stato poi un atto aggiuntivo, anche se non necessario ne' determinante''.

''L'assessore Cosentino - riferiscono infine - chiedendo di ripristinare il vecchio nome, ha pero' lasciato libero il direttore generale di intitolare eventualmente un reparto o un padiglione dell'ospedale a Nicholas Green, poiche' solo decisioni di questo tipo rientrano nei suoi poteri''.

(Stg/Adnkronos Salute)

 

-------------------------------------------------------------------------------------------

1998 Roma Università La Sapienza viene posta una targa in ricordo di Marta Russo

 

foto dal sito www.wikipedia.org

-------------------------------------------------------------------------------------------

2001 Roma quartiere Labaro viene dedicato un parco a Marta Russo

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------

2005 Roma Ostia, sala di Musica intitolata a Marta Russo al Liceo Scientifico Statale “A. LABRIOLA”

 

foto dal sito dell'associazione Marta Russo

--------------------------------------------------------------------------------------------

 

2005 Roma nel nuovo quartiere all'EUR viene intitolata una strada al Professor Paride Stefanini che effettuò il primo trapianto di rene in Italia a Roma. La storia del trapianto nell'intervista al professor Carlo Umberto Casciani

 

 

---------------------------------------------------------------------------------------------

 

2006 Roma il Sindaco Walter Veltroni, nel corso delle iniziative per la sensibilizzazione alla donazione degli organi sottoscrive la tessera di donatore.

 

Il tavolo della presidenza con: Prof. Carlo Umberto Casciani, Raffaella Milano, Walter Veltroni, Dottor Alessandro Nanni Costa, Dottor Domenico Adorno

 

 

(vedi tutte le iniziative del 2006 organizzate dal Comune di Roma con il CRTL e le associazioni)

 

 

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------

2010 Roma quartiere di Trigoria l'istituto scolastico di via Torsiello viene dedicato a Marta Russo

 

foto dal sito www.icmartarusso.it

 

-------------------------------------------------------------------------------------------

2013 Roma Azienda ospedaliera San Camillo Forlanini, giardino dedicato ai donatori di organi, si trova presso il giardino antistante il Padiglione Puddi, accanto al Day Hospital trapianti di cuore. 10 aprile Un giardino e una targa a Roma per commemorare i donatori di organi presso il giardino antistante il "Padiglione Puddu", accanto al Day-Hospital trapianti di cuore dell'Azienda ospedaliera San Camillo-Forlanini di Roma. Iniziativa dell'Acti Roma. Hanno partecipato il professor Francesco Musumeci, cardiochirurgo, direttore del Dipartimento cardiologico del San Camillo-Forlanini e presidente dell'associazione ACTI, Tonino Badaracchi segretario ACTI Roma. Il direttore generale dell'Azienda ospedaliera San Camillo-Forlanini, Prof. Aldo Morrone; il professor Domenico Adorno, direttore del Centro regionale Trapianti Lazio. Tutte le associazioni di volontariato che fanno parte del Tavolo Regionale dei Trapianti

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------

2013 Roma 10 settembre nel parco della Caffarella, ad un anno dalla morte, un'area giochi intitolata a Christian Giacomini ucciso da un vaso caduto da un davanzale in via Appia Nuova, i genitori del 13enne decisero di donare gli organi. A scoprire la targa è stato il sindaco di Roma Ignazio Marino che per ricordare il ragazzo ha voluto leggere uno dei suoi temi «Il silenzio va salvaguardato come fosse un animale in via d'estinzione.

 

foto dal sito www.cittaceleste.it

-------------------------------------------------------------------------------------------

2014 Roma 19 giugno il Sindaco Ignazio Marino presenta il progetto "Una scelta in comune"

foto elaborata dal sito www.ilmessaggero.it

 

“DONATORE DI ORGANI E TESSUTI”, è questa la dicitura sulle carte d’identità. Il Sindaco Ignazio Marino ha presentato il progetto "Una scelta in Comune", che in questa prima fase sperimentale riguarderà il Primo Municipio del Centro Storico Roma Capitale I Municipio risoluzione n. 7 del 20 marzo 2014  e, nelle intenzioni, dal prossimo autunno sarà esteso a tutti i Municipi. I cittadini romani potranno depositare le proprie dichiarazioni di volontà in materia di donazione degli organi e tessuti (il Si o il No, ma si può anche non dichiarare) presso gli uffici anagrafici al momento del rilascio o rinnovo della carta d’identità, compilando e firmando un modulo. La presentazione è avvenuta il 19 giugno dal sindaco Ignazio Marino che si è recato agli uffici di Via Petroselli per il rilascio della sua carta d’identità e per depositare la propria volontà di donare. “Roma è la prima città metropolitana italiana che adotta la legge che ho fortemente voluto quando ero senatore della Repubblica, nel 2010 (la n. 25) che permette di scrivere sulla carta d'identità se uno è favorevole o contrario alla donazione degli organi” – ha commentato il primo cittadino.

Inoltre l’art. 43 della legge 98 del 2013 prevede la trasmissione, da parte del comune, della dichiarazione al SIT (Sistema Informativo Trapianti) e quando sarà attuato la trascrizione sul Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE).

Roma Capitale già con la delibera dell’assemblea capitolina 19 del 8 novembre 2010, previde la scritta chiara sulla carta di identità.

-------------------------------------------------------------------------------------------

2014 Roma 17 settembre il Sindaco Ignazio Marino inaugura a 20 anni dalla morte il parco Nicholas Green con il papa' Reginald Green

 

il presidente del XIII municipio Valentino Mancinelli, il sindaco Ignazio Marino, Mr. Reginald Green durante la cerimonia

 

 

2021 Roma Ostia Primo ottobre inaugurato il giardino dedicato ai donatori di organi, sangue e tessuti Questa mattina si è tenuta ad Ostia in Piazza Duca di Genova, la semplice cerimonia organizzata dal X Municipio di Roma per l’intitolazione del giardino dedicato ai donatori di organi, sangue e tessuti.

Un ceppo in marmo bianco con la targa per ricordare l’atto della donazione posto in un giardino e ben visibile a chiunque passa sul marciapiede del viale frequentato e ricco di negozi.

Presenti alla cerimonia Giuliana Di Pillo Presidente del Municipio, Alessandro Ieva V. Presidente, Alessandro Nasetti Presidente della Commissione Politiche Sociali anima del municipio per la realizzazione del giardino, il Dottore Gianfranco Teti del Centro Regionale Trapianti Lazio, per le associazioni Giuseppe di Lorenzo presidente del Gruppo Donatori Sangue dell'ospedale Grassi di Ostia con un gruppo di volontari, Patrizia Pagano, Leonardo Loche, Roberto Costanzi dell’Associazione Malati di Reni.

Nei brevi interventi tutti hanno sottolineato l’importanza della donazione, dopo la morte e da vivente quale atto d’amore verso il prossimo, un piccolo gesto per essere ricordati.

L’associazione è stata impegnata quasi 2 anni dalla prima richiesta al Municipio, ma la perseveranza ha pagato ed ora il ceppo è una realtà.

l'intervento di Roberto Costanzi

viene scoperta la targa

la delibera del X Municipio

2008 Soriano al Cimino (VT) il Sindaco Domenico Tarantino nel corso di una manifestazione per la sensibilizzazione alla donazione sottoscrive la tessera di donatore.

 

 

2005 Sutri (VT) viene eretta una stele dedicata a Don Carlo Gnocchi situata nel giardino dell'istituto scolastico

(Leggi la storia della donazione di Don Carlo Gnocchi)

 

 

2010 Velletri (RM) intitolazione Piazzale Donatori d'Organi in un complesso di istituti scolastici.  12 novembre Velletri cerimonia di intitolazione del Largo Donatori di Organi. Il piazzale dedicato dall'amministrazione è antistante l'istituto Alberghiero e vicino ad altri due istituti superiori e antistante la scuola sottufficiali carabinieri.

Alla cerimonia sono intervenuti il V. Sindaco Marcello Pontecorvi, il Vescovo della diocesi Velletri - Segni Monsignor Vincenzo Apicella, il Professor Domenico Adorno responsabile del Centro Regionale Trapianti, il Dr Fabio Ambrosini Coordinatore locale dei trapianti RM H, la dottoressa Anna Laganà per l'Agenzia Regionale Trapianti, Roberto Costanzi Segretario dell’Associazione Malati di Reni, il dottor Pietro Sfregola responsabile della U.O. di nefrologoa e dialisi della vicina Clinica Madonna delle Grazie, l'assessore Alessandra Amodio, il consigliere Fabio Taddei presenti studenti e professori degli istituti, autorità civili e militari.

Toccanti gli interventi che hanno sensibilizzato alla donazione degli organi, e alla donazione da vivente. La cerimonia si è conclusa con l'inno nazionale.

 

 

la delibera

 

2005 Viterbo (VT) viene eretta una stele ai donatori di midollo a ridosso della cinta muraria del XII secolo.

 

foto ADMO

-------------------------------------------------------------------------------------------

2010 Viterbo il sindaco Giulio Marini nel corso di una manifestazione per la sensibilizzazione alla donazione sottoscrive il modulo per l'iscrizione al registro nazionale dei donatori.

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

2010 Viterbo i Consiglieri comunali durante una seduta pubblica del Consiglio sottoscrivono il l'iscrizione al registro nazionale dei donatori. Successivamente viene costituito il gruppo consigliare dei donatori di organi e tessuti.

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

2011 Viterbo intitolazione piazzale donatori organi e tessuti con monumento ai donatori di organi e tessuti "eroi della vita"

27 maggio 2011 Viterbo è il primo capoluogo della Regione Lazio a dedicare una piazza ai donatori di organi e tessuti.

alla presenza del sindaco Giulio Marini, del presidente della Provincia Marcello Meroi, il direttore generale della Ausl di Viterbo Adolfo Pipino, del questore Gianfranco Urti, Il dottor Gianfranco Teti del Centro Regionale Trapianti Lazio, dei consiglieri comunali e delle famiglie dei donatori e dei trapiantati. Tre le realtà istituzionali coinvolte per concretizzare la proposta di Mario Quintarelli, consigliere comunale e promotore del gruppo donatori organi e tessuti a Palazzo dei Priori e a Palazzo Gentili. “Mi piace definire i donatori come eroi della vita – ha sottolineato lo stesso Quintarelli nel corso della cerimonia -. Molti sono stati i donatori in questi anni e ancora di più sono state le persone tornate a nuova vita. L’iniziativa di oggi deve dare ulteriore stimolo a proseguire quell’assidua campagna di sensibilizzazione sul tema delle donazioni, un gesto che contribuisce a dare nuovo impulso alla vita”.

La cerimonia si è conclusa con la benedizione della piazza e dell’opera collocata in ricordo degli “eroi della vita”.

La pietra è stata donata dalla Vimet ed è stata posizionata grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco alla fine di via Garbini, al centro della rotatoria davanti a Leclerc, da oggi piazza Donatori di Organi e Tessuti.

 

 

la delibera

 

.

2011 Provincia di Viterbo costituito il gruppo dei donatori d'organi a palazzo Gentili sono stati molti gli amministratori che hanno aderito, a partire dal presidente della giunta Marcello Meroi, ma anche i dipendenti dell'Amministrazione.

 

foto ufficio stampa provincia di Viterbo

 


chiudi finestra