Archivio News 2024

home Chi siamo Iscrizione

Come sostenerci e 5 X mille

Contatti  

vai all'archivio news

segui le notizie giornalmente sul profilo facebook dell'associazione

chiudi finestra

 

il tuo 5 X Mille all'Associazione Malati di Reni non dimenticarci, a te non costa nulla

C. F. 97114010586

 

DAL 31 GENNAIO 2020 AD OGGI CORONAVIRUS

"ognuno di noi ha la responsabilità di contenere la situazione"

leggi le normative nazionali e ragionali del Lazio, sul lavoro che ci riguardano da vicino

CLICCA QUI

 

 

 

24 FEBBRAIO, BRACCIANO IL CENTRO DIALISI OSPEDALE PADRE PIO DEVE ESSERE RIQUALIFICATO, SI PREVEDE CHE I LAVORI DURERANNO 7 MESI.

 

Dr.ssa Cristina Matranga

In merito alle notizie circolate nei giorni scorsi sulla chiusura del centro dialisi dell’ospedale di Bracciano, che con 8 posti dialisi assistete circa 30 persone, pubblicate on line. Quale presidente dell’Associazione Malati di Reni aps, mi sono adoperato per saperne di più dalle fonti ufficiali.

Contemporaneamente, la Direzione Generale della ASL ROMA 4 diretta dalla Dr.ssa Cristina Matranga ha emanato il comunicato che segue.

Che la ristrutturazione dell’ospedale di Bracciano è nei programmi della ASL è noto da anni, ma anche la preoccupazione di quanti li fanno dialisi è legittima e deve essere ascoltata.

Se l’associazione, come preannunciato verrà coinvolta, sarà nostra cura far si che si riqualifichi il centro dialisi, vecchio di oltre 30 anni, in tempi certi e con i minor disagi per le persone in cura.

Roberto Costanzi

Il Comunicato della Direzione della ASL Roma 4:

“Il reparto in questione è notoriamente fatiscente e necessita senza dubbio di interventi di riqualificazione e messa in sicurezza che, in questa fase, sono in corso di valutazione, nel solco del continuo miglioramento e riqualificazione di cui l’ospedale Padre Pio è oggetto negli ultimi anni. Si tratta di lavori che avranno una durata di circa 7 mesi, ma per i quali al momento non è stata nemmeno indetta la gara. Ciò in quanto l’azienda, consapevole del disagio inevitabile, intende previamente condividere il passaggio, oltre che con gli uffici regionali, con i sindaci del territorio, con le associazioni dei malati, fino ai singoli pazienti in cura attualmente presso il reparto, nel comune interesse a cercare le soluzioni che meglio rispondano all’interessi dei malati.

Sarà cura della direzione aziendale, a seguito del suddetto confronto, comunicare nei prossimi giorni/settimane le modalità, i tempi dell’intervento, e le misure adottate per comprimere al massimo il disagio dei pazienti e delle loro famiglie

Seguirà, quindi, una comunicazione ufficiale dove saranno indicate le modalità, i tempi dell’intervento, e le misure adottate per comprimere al massimo il disagio dei pazienti e delle loro famiglie”.

 

 

23 FEBBRAIO PATRIZIA RACCONTA LA SUA STORIA DI TRAPIANTATA CHE HA CONOSCIUTO LA FAMIGLIA DEL DONATORE

vedi il video

 

 

19 FEBBRAIO GIANMICHELE RACCONTA LA SUA ESPERIENZA DI ESSERE STATO CHIAMATO COME RISERVA PER IL TRAPIANTO DI RENE

 

Gianmichele, racconta la sua esperienza di essere stato chiamato come riserva per il trapianto di rene a Roma, la volontà di andare avanti e iscriversi al secondo centro fuori regione. Fa male quando accade, ma la buona notizia è che si è trapiantabili e in lista attiva. Klicca sull'immagine per vedere il video

 

 

 

13 FEBBRAIO GIAPPONE UNA STARTUP DELLA MEIJI UNIVERSITY ALLEVA MAIALI PER FORNIRE, IN FUTURO, ORGANI DA TRAPIANTARE NELL’UOMO

leggi tutto

 

 

12 FEBBRAIO FRANCESCA RACCONTA LA SUA STORIA DI TRAPIANTATA CHE HA CONOSCIUTO LA FAMIGLIA DEL DONATORE

 

Francesca racconta la sua storia del trapianto rene - pancreas, ha conosciuto la famiglia del secondo donatore. Una storia bella di vita e solidarietà

Ricordiamo sempre che i migliori testimonial della donazione siamo noi.

 

Klicca sulla foto per vedere il video

 

 

5 FEBBRAIO FRANCESCA E PATRIZIA “L’AMORE IN DIALISI”

 

Due storie di vita vissuta: la malattia l’inizio della dialisi la vita che continua, poi una luce, si conoscono nuove persone durante la terapia ci si avvicina e improvvisamente Cupido scocca la sua freccia. Anni felici, e poi la vita continua. Grazie a Francesca e Patrizia per averci raccontato la loro storia.

Klicca sulla foto per vedere il video

 

 

01 FEBBRAIO TORINO PRESENTATO IN ITALIA IL PROGETTO DEL RENE BIOARTIFICIALE

leggi tutto

 

 

27 GENNAIO CIVITA CASTELLANA 50 ANNI DELL’AIDO, L’ASSOCIAZIONE OSPITE INSIEME ALLE ASSOCIAZIONI DEL TAVOLO DELLA ASL DI VITERBO

leggi tutto

 

 

24 GENNAIO ROMA STATI GENERALI DELLA RETE TRAPIANTOLOGICA ITALIANA PRESENTATI I DATI NAZIONALI DELLE DONAZIONI E TRAPIANTI

leggi tutto

 

 

18 GENNAIO U.S.A. PRIMO XENOTRAPIANTO DI FEGATO

leggi tutto

 

 

15 GENNAIO PRIMA INIZIATIVA DEL 2024, RIPRESA L’ATTIVITA’ DI SENSIBILIZZAZIONE ALLA DONAZIONE DI ORGANI, TESSUTI E SANGUE DA PARTE DEL TAVOLO DELLE ASSOCIAZIONI DELLA ASL DI VITERBO

leggi tutto

 

 

13 GENNAIO ASL LATINA SOLO 2 DONAZIONI DI ORGANI NEL 2023, L’ALTRA FACCIA DEI TRAPIANTI

leggi tutto

 

 

11 GENNAIO REGIONE LAZIO PIU’ 14% DI TRAPIANTI NEL 2023

GRAZIE DA PARTE DELL’ASSOCIAZIONE AI DONATORI CHE HANNO PERMESSO TUTTO QUESTO.

leggi tutto

 

 

8 GENNAIO OSPEDALE CASSINO GRAZIE ANCHE ALL’INTERVENTO DELL’ASSOCIAZIONE, SOSTITUITI I LETTI BILANCIA AL CENTRO DIALISI

 

Su segnalazione dei soci, l’associazione Malati di Reni a dicembre è intervenuta presso la ASL di Frosinone, per segnalare che come da progetto di sostituzione dei vecchi letti bilancia in tutti i centri dialisi della ASL, negli scorsi mesi erano stati sostituiti solo nei centri dialisi di alcuni ospedali della ASL. Tranne i letti del centro dialisi dell’ospedale di Cassino. Naturalmente tutte le persone in terapia presso il centro si aspettavano il cambio dei letti.

La direzione della ASL per conto del Direttore Sanitario, ci ha risposto in tempi rapidi e i letti sono stati cambiati, risolvendo eventuali problemi interni per procedere.

 

 

4 GENNAIO REGIONE LAZIO CONTRIBUTI EROGATI PER LA DIALISI DOMICILIARE (DCA 441/2014)

 

La Regione del Lazio, ha definito che la ASL di residenza corrisponde un contributo annuo, rivalutabile in base al tasso di inflazione programmato, diversificato a seconda che si effettui l’emodialisi, o la Dialisi Peritoneale Automatizzata (APD), o la Dialisi Peritoneale Manuale (CAPD). Per l’anno 2023 erogato nel 2024 il contributo è:

 

Emodialisi

APD Dialisi Peritoneale Automatizzata

CAPD Dialisi Peritoneale Manuale

€ 1,111,00

€ 740,00

€ 555,00

 

Il contributo è corrisposto sulla base a domanda dell'assistito da presentare ad inizio anno solare al distretto di residenza ufficio rimborsi per la dialisi o al protocollo a seconda dell’organizzazione interna, corredata di certificazione del Centro dialisi attestante il trattamento domiciliare dal ….. Il contributo viene erogato con cadenza annuale, in dodicesimi, secondo i mesi di trattamento certificati durante l'anno solare precedente.

Hanno diritto ai contributi gli stranieri sia comunitari che extracomunitari residenti nella Regione Lazio in regola con la documentazione di soggiorno.

 

 

 

vai alle precedenti news 2023

 

vai all'archivio news


 

chiudi finestra